TORINO – SCAVATA LA CRIPTA DELLA CHIESA DI S. MARIA

Pubblicato il : 10 Luglio 2001

E’ stata rintracciata e recuperata parte della cripta della chiesa di Santa Maria, una delle tre chiese che, assieme a S. Giovanni e S. Salvatore, formavano il centro religioso dell’area su cui sorge oggi il Duomo, costruito a partire dal 1490. Si tratta di una cripta del tipo ad oratorio, ricavata intorno al 1000 all’interno dell’abside e sostenuta da quattro coppie di colonne diverse, che reggevano una volta a crociera alta circa 3 metri. L’accesso all cripta avveniva attraverso due scale laterali. Il pavimento è costituito da un impasto di calce e frammenti di laterizio. I dati archeologici testimonierebbero che la chiesa sorse su strutture murarie romane della prima età imperiale, forse a carattere residenziale. La chiesa, a tre navate, era rivolta a ovest, così come le altre due chiese: i 3 edifici, paralleli fra loro, erano separati forse da piccoli spazi. Gli archeologi ipotizzano che Santa Maria e S. Salvatore siano nate per prime, in epoca paleocristiana: fra di loro venne costruito un battistero, poi ampliato fino a diventare una chiesa (S. Giovanni). Tutta la chiesa sarà recuperata, ad eccezione della navata nord, in parte distrutta durante la realizzazione delle fondamenta dell’attuale Duomo. A partire dal 2002 sarà così possibile visitare un’interessante area archeologica comprendente il teatro romano, i resti della Basilica di S. Salvatore (con il mosaico che raffigura la “Ruota della Fortuna”), la cripta del Duomo rinascimentale e la chiesa di Santa Maria.
Fonte: La Stampa
Autore: Maurizio Lupo
Cronologia: Arch. Medievale

Print Friendly, PDF & Email
Partners