Archivi

Il kantharos (altezza cm 17; larghezza cm 14) proveniente dalla Collezione Campana fu acquistato dal Musée du Louvre nel 1861. Trattasi di un vaso configurato a doppia protome umana (gianiforme): da un lato presenta la faccia di un satiro, sull’altro ...

Importante scoperta archeologica in Turchia, con firma italiana: la missione archeologica dell’Università di Pisa, in collaborazione con l’Università di Münster, a Doliche, nel sud-est dell’odierna Turchia, ha fatto riemergere i resti di un edificio che, grazie alle numerose impronte di ...

“Il complesso nuragico di Genna Maria sorge a controllo del territorio su una collina a un chilometro da Villanovaforru, paese, fondato sotto la dominazione spagnola, divenuto famoso dopo la sua scoperta a metà del Novecento. È un nuraghe a struttura ...

Vasi di bronzo etruschi in Italia: produzioni regionali e diffusione tra le popolazioni italiche. Contesti d’Uso, aspetti ideoligici e tecnologici, a cura di Andrea Celestino Montanaro. Mediterranea – Supplemento N.S. 4, 2003 CNR Edizioni Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale, ...

Gli archeologi hanno scoperto il pasto bruciato dopo aver esaminato un mucchio di frammenti di ceramiche miste a Oldenburg, un insediamento neolitico che i ricercatori considerano uno dei villaggi più antichi della Germania, secondo uno studio pubblicato il 19 gennaio ...

In questo tempo di crisi climatica globale e locale, gli eventi atmosferici estremi, come uragani e nubifragi, traggono energia dal riscaldamento globale e sono diventati sempre più violenti e frequenti negli ultimi anni, provocando morti e distruzione. Continuiamo a vivere ...

Gli unguentari erano dei vasetti fusiformi o globulari con aperture strette a forma di imbuto che contenevano essenze profumate quali oli, unguenti e creme cosmetiche. Avevano di regola dimensioni ridotte, di solito inferiori a 10 cm (anche se ci sono ...

Si è conclusa la prima fase di studio della necropoli scoperta durante gli scavi preventivi svolti nel contesto dello sviluppo del Parco Industriale Plaine de l’Ain (PIPA), Francia. L’Inrap ha condotto l’operazione su un ampio complesso funerario risalente dalla metà ...

Nel passato, la gente del luogo aveva paura di transitare nei pressi della valletta dei fuochi fatui. L’ex lago prosciugato, nelle ore notturne d’estate, lasciava correre, nell’oscurità inquiete fiammelle che inseguivano i viandanti. Vecchie leggende, con un fondo di verità, ...

Forse le tavolette enigmatiche non solo poi tanto un enigma. In lingua tedesca vengono dette “Brotlaibidole”, idoli a forma di pagnotta, ma è possibile che questi manufatti abbiano più a che fare con aspetti pratici, legati agli scambi fra antica ...

Qualcosa dunque si muove. L’apertura del nuovo allestimento dell’antica pianta marmorea di Roma nella sede dell’ex GIL del Celio (Museo della Forma Urbis) non è qualcosa che capita tutti i giorni. Tanto più se accompagnata dall’apertura al pubblico dell’area del ...

Un team di archeologi ha scoperto una nuova area di lavoro a Pompei, ancora intatta dopo 2000 anni. L’area, situata nei pressi del Foro, era utilizzata per la produzione di tegole e altri materiali da costruzione. La scoperta è particolarmente ...

Questa tavoletta di argilla fa parte di una collezione di 382 documenti cuneiformi scoperti nel 1887 in Egitto, nel sito di Tell el-Amarna. Sono lettere che testimoniano i legami diplomatici esistenti tra la Mesopotamia e l’antico Egitto in un lasso ...

Canto la bellezza della lingua, che fu stata dingua, nel latino antico (secondo il retore Marius Victorinus), come in zumero: din-g-ua (lampada G tra Cielo e Terra UA divina DIN). La lingua ha un limite, che il canto cancella insieme ...

Poetessa accadica Enheduanna (2285-2250 a.C.) è la prima autrice conosciuta ed era figlia di Sargon di Akkad (Sargon il Grande, 2334-2279 a.C.). Non è noto se Enheduanna fosse, in effetti, un parente di sangue di Sargon o se il titolo ...

Al Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia, fino al 20 marzo 2024. Organizzata in collaborazione tra la Soprintendenza ABAP per la provincia di Viterbo e per l’Etruria Meridionale, il Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia e il CNRS/École normale supérieure de ...

Segnala la tua notizia