Carlo FORIN. La luna piena nel nome degli Ittiti.

Pubblicato il : 17 Dicembre 2010
Ero arrivato a leggere il nome degli Ittiti come “vita TI del giro del sole IT TI” e credevo che il popolo devoto al dio sole non avesse altro da dirmi col nome. Grazie a Semerano, vedo anche la luna piena ITI nella vita TI del sole IT: IT T ITI [1].
Credo che l’itinerario sia completo, ora; ma, non è detto: l’iter (da IT ER, “cammino del sole”) è così affascinante da convincermi a non scrivere mai la parola fine su un nome e degli Ittiti.
Avevamo visto assieme [2] questa glossa:
“Occorre notare che con le idi, il plenilunio, doveva chiudersi il mese e avere inizio l’altro mese antico; la voce etrusca itus richiama sumero ITU, ITI (mese); in quanto segno di Iovis fiduciam, bisogna sentire in itus il valore di “segno ominoso”, “segno di favore”, e noi sappiamo che con quel nome gli Etruschi indicavano il giorno in cui il flamen, celebrando il rito, esplorava la volontà, il favore della divinità: ciò è confermato dall’antico accadico itum, ittu (omen, segno ominoso, segno, avvertimento, prova); “ittu: from id-tu, had two bases, itta- and idat- etc.” infine ebr. ‘idda, (‘period, monthly courses).
Il mese che inizia e chiude col plenilunio è la violentissima acquisizione da inserire nella nostra forma mentis (rinvia al fatto che per millenni il mese fu aperto e chiuso col punto della luna piena) ed è anche un giro IDI rimasto nel giorno latino delle idi -in memoria di tutti gli scolari con le idi di marzo-, quando venne ammazzato Cesare.
Non è noto a tutti il fatto DINGHIR, “divinità” in sumero, uguale a “lingua” [3] come “giro” GHIR di divinità DI che entra IN e resta in idi.
ITI, sumera per mese, è un’altra informazione preziosa che invito a registrare, osservando bene il giro grafico ITI contenente “vita” TI “sole” IT, più frequente così in accado rispetto al sumero UT.
L’etrusco itus è uguale al sumero IT US “fine (del) sole”. Il segno ominoso di un’eclisse segna la memoria.
L’accado ittu mostra il giro del sole UT sumero nell’accado-sumero IT secondo la trasformazione di ANTASUBBA in BABUSATAN, cioè in modo serpentiforme.

Note:
[1] Dove la T isolata è una mater lectionis nel giro.
[2] Il 30 novembre scorso sul nome di Reitia.
[3] Per dingua in latino antico secondo Marius Victorinus, attestato da Ernout e Meillet in Langue latine.

Autore: Carlo Forin, e-mail: carlo.forin1@virgilio.it

Print Friendly, PDF & Email
Partners