TREVI (Pg). Riemerge il vecchio municipio romano.

Pubblicato il : 7 ottobre 2017

Vengono presentati i risultati della terza campagna di scavo, iniziati nel 2015 e finanziati dal mecenatismo della famiglia Metelli di Foligno. Si tratta di un’occasione imperdibile per mostrare i mosaici, dipinti murali, pavimenti e resti di murature dei palazzi della Trevi romana descritti dai protagonisti di una scoperta archeologica di raro valore scientifico e culturale.
Dopo anni di teorie sull’ubicazione del municipio romano, finalmente gli scavi danno quindi delle risposte concrete. Gli scavi sono stati condotti, su autorizzazione ministeriale, dalla società “Archeologia Umbra” con la partecipazione attiva del dipartimento di Lettere dell’Università di Perugia, diretti dalla professoressa Donatella Scortecci, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza.
Presenteranno i risultati dello scavo Bernardino Sperandio sindaco di Trevi, la Soprintendente Marica Mercalli, Mario Tosti direttore del Dipartimento di lettere, lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, Donatella Scortecci direttore scientifico dello scavo, Alessio Pascolini archeologo codirettore sul campo. Concluderà i lavori Caterina Bon Valsassina Direttore Generale per l’Archeologia, le Belle Arti e il paesaggio delMibact. Il compito di moderare e coordinare l’incontro è affidato al giornalista Federico Fioravanti.
Gli scavi di Pietrarossa, voluti dall’amministrazione comunale di Trevi, fanno parte di una serie di iniziative che da anni il Comune promuove per la conoscenza del territorio della città e per la crescita culturale e identitaria della comunità. E’ un nuovo tassello atto ad accrescere la conoscenza della storia del territorio per la valorizzazione dell’area di Pietrarossa, dove già la Chiesa di Santa Maria è un’importante testimonianza artistica architettonica.

Fonte: www.rgunotizie.it, 4 ott 2017

Print Friendly, PDF & Email
Partners