RUSSIA. La tomba di una giovane guerriera Scita sembra confermare l’esistenza delle Amazzoni.

Pubblicato il : 24 Giugno 2020
amazzoni

Quando l’archeologo russo Vladimir Semyonov aprì quell’antica tomba quasi non riusciva a credere ai propri occhi: il cadavere parzialmente mummificato custodito all’interno era talmente ben conservato da mostrare ben visibile una verruca sul viso. Era il 1988 quando l’archeologo, insieme alla collega Marina Kilunovskaya, trovò la sepoltura di un giovane guerriero del popolo degli Sciti, nell’attuale repubblica di Tuva, in Siberia.

Kilunovskaya racconta oggi la sua emozione all’apertura della tomba: “E’ stato così sorprendente quando, appena aperto il coperchio, ho visto la faccia, con quella verruca, che sembrava davvero impressionante.”

Leggi tutto, vai a >>>>>>>>

Autore: Annalisa Lo Monaco

Fonte: vanillamagazine.it, 20 giu 2020

Print Friendly, PDF & Email
Partners