PARCO ARCHEOLOGICO DELL’APPIA ANTICA

Pubblicato il : 20 Aprile 2001

Informazioni: 06.5126314, numero verde 800.028000. Orario lunedì-venerdì ore 10-12 e 15-17 Costruita nel 312 a.C. dal censore Appio Claudio per raggiungere le terre meridionali (fino a Capua) era pavimentata in basalto in modo da permettere a cavalli, buoi e carri di percorrerla con qualsiasi tempo. La strada, lunga 560 chilometri, era larga 4 metri e 10 centimetri per consentire l’incrocio di due veicoli, ma ai lati correvano due marciapiedi rialzati di terra battuta riservati ai pedoni. La via serviva anche per raggiungere le tombe dei propri defunti, dal momento che non era consentito seppellire all’interno delle città. La via Appia era dunque affiancata da tombe scultoree, statue, cippi commemorativi. Il Parco regionale dell’Appia Antica, con i suoi 3.500 ettari di scavi archeologici, affianca alla via l’esposizione dei reperti, per la conservazione dei quali è stata scelta l’ex Cartiera Latina, dismessa negli anni Cinquanta. Il Parco offre visite guidate a tema, noleggio di biciclette, numerosi itinerari guidati: Parco della Cafarella; Campo barbarico e Tombe latine; Parco degli acquedotti; Tor Marancia e Farnesiana; l’Appia Antica da porta S. Sebastiano; la casina del Cardinale e le Mura Aureliane; l’Appia Antica da Tor Carbone al grande raccordo anulare; un trekking fino a Boville. I bambini possono scegliere tra spettacoli teatrali e d’animazione, un laboratorio didattico, un “giardino dei sensi” nel quale imparare a riconoscere piante e fiori della zona.
Fonte: Qui Touring
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners