Chiara ZANFORLINI, L’oro dei faraoni.

Pubblicato il : 14 Giugno 2020

Tutti conosciamo i gioielli e le oreficerie della tomba di Tutankhamon ma gli artigiani egizi hanno prodotto, per i re quanto per i privati, opere estremamente belle e significative. Si tratta tanto di amuleti e sarcofagi destinati alla vita nell’aldilà quanto di anelli, orecchini, bracciali e pendenti per adornare uomini e donne nelle occasioni speciali della vita quotidiana. Si va dai bracciali d’oro dei primi re agli ornamenti di Pseusenne I e dei re nubiani, in un arco temporale copre circa 2500 anni.
L’oro, pur meno prezioso dell’argento per gli Egizi, era particolarmente abbondante e lavorato, insieme alle pietre preziose, semi- preziose e pasta vitrea con grande abilità dagli artigiani; sono stati di ispirazione in epoca moderna anche per gli orafi, come mostrano ad esempio i gioielli “egizi” di Cartier.

Leggi tutto nell’allegato: L oro dei faraoni

Print Friendly, PDF & Email
Partners