Lorenza ENDRIZZI, Franco NICOLIS (a cura di), Dall’idea al progetto. Il Museo Retico di Sanzeno.

Pubblicato il : 14 Giugno 2011
Da_idea_al_progetto
La pubblicazione,  ricca  di  immagini  e  suggestioni,  intende  essere uno strumento  di  comunicazione immediata e allo stesso tempo coinvolgente.
Il libro  è  a  cura  di  Lorenza  Endrizzi e Franco Nicolis, archeologi della Soprintendenza  per  i  Beni  librari  archivistici  e  archeologici della Provincia autonoma  di  Trento, con contributi di Gianni Ciurletti, Sergio Giovanazzi  e  Maurizio  Buffa.  
Le immagini sono di Giulio Malfer, Ornella Michelon  ed  Elena  Munerati.  
Il volume traccia la storia del Museo Retico, Centro per l’archeologia e la storia  antica  della  Val  di  Non,  a  partire  dalla sua ideazione e dal progetto  architettonico  fino  all’allestimento  museale.  
Filo conduttore della  visione  che  ha  portato  alla  realizzazione  di  questo luogo dall’atmosfera  particolarmente evocativa è la memoria. Una memoria che non si  esplica  solo  attraverso  la  mera  conservazione  e l’esposizione dei reperti del passato, bensì, come sottolineano i curatori, creando un “luogo di  incontro  dinamico,  in  grado di suscitare coinvolgimento e curiosità, concepito come centro di documentazione in continua evoluzione”.
Il  museo  sorge in località Casalini, uno dei luoghi più significativi per l’archeologia  della  Val  di Non, che, come del resto tutta la zona in cui sorge  l’abitato  di  Sanzeno,  fin dall’Ottocento ha restituito reperti di inestimabile    valore,  ponendo  la  località  anaune  all’attenzione dell’archeologia  internazionale.  
Significativo  è il percorso offerto dal museo  che  si  snoda  nel  “pozzo  del  tempo”, dalla preistoria all’alto medioevo.  
Il  visitatore  ripercorre  la storia più remota delle Valli del Noce  ammirando  preziosi reperti e antiche testimonianze ai quali fanno da contrasto  i  modernissimi  sussidi  tecnologici  e  multimediali.
Un ruolo importante  è riservato alle evidenze del popolo dei Reti, noto dalle fonti romane,  di  cui si espone la vasta cultura materiale: splendide produzioni artistiche, oggetti legati al mondo del culto, attrezzi da lavoro, semplici utensili della vita quotidiana.
Il  museo propone percorsi e laboratori per le scuole durante l’intero anno scolastico  e  un  interessante  calendario  di  appuntamenti  estivi con conferenze, favole per bambini, giornate per piccoli e grandi archeologi.

Info:
Provincia autonoma di Trento, Soprintendenza per i Beni librari archivistici e archeologici – Via Aosta, 1 – 38122 Trento
Tel. 0461 492161 – 0461 492182 – Fax 0461 492160
E-mail: sopr.librariarchivisticiarcheologici@provincia.tn.it
Http://www.trentinocultura.net/archeologia.asp

Print Friendly, PDF & Email
Partners