AREA ARCHEOLOGICA DI LUCUS FERONIAE – FIANO ROMANO

Pubblicato il : 20 Aprile 2001

È di nuovo visitabile l’area archeologica venuta alla luce all’inizio degli anni sessanta durante i lavori di sbancamento effettuati per la realizzazione di un tratto dell’autostrada Roma-Firenze. Si tratta di una residenza patrizia appartenuta ai Volusii Saturnini, illustre famiglia romana di rango senatorio con ruoli autorevoli nella scena politica romana (Volusio Saturnino, amico e consigliere di Augusto, fu console nel 12 a.C.): una villa ragguardevole come testimoniano l’impianto, il lararium, la qualità e la varietà delle decorazioni musive, le iscrizioni celebrative. Da ricordare nella stessa zona è anche il centro di Lucus Feroniae, sede di un santuario di Feronia e poi fiorente colonia romana. I resti archeologici hanno purtroppo subito una mutilazione dovuta al taglio causato dallo svincolo autostradale di Fiano Romano che, tuttora, separa in due la villa. L’accordo firmato fra Ministero per i Beni Culturali e Società Autostrade prevede però l’eliminazione della rampa dello svincolo autostradale, la realizzazione di una struttura protettiva del nucleo residenziale, gli interventi di restauro, lo scavo nel quartiere meridionale non ancora esplorato, la creazione di supporti didattico-illustrativi, la realizzazione di visite guidate e percorsi culturali per i visitatori. Per la prima volta si investe nei Beni Culturali con un notevole impegno economico da parte della Società Autostrade, alla quale andranno gli introiti del prezzo del biglietto e dei servizi accessori, lo sfruttamento delle immagni di tutto il processo di recupero e restauro dell’area, l’uso integrale delle immagini della villa per promuovere il turismo.
Fonte: Archeo
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners