TRENTO: Scoperto un sito archeologico romano.

Pubblicato il : 30 Settembre 2004

Verra’ aperto ai visitatori un sito archeologico della Tridentum romana>/I> venuto alla luce nel corso di lavori a palazzo Lodron, nell’ omonima piazza del centro storico di Trento. Si tratta di un settore della citta’ romana con un tratto della cinta urbana meridionale, una torre-porta, resti di una strada lastricata ed edifici privati e botteghe.

Il sito, di circa 500 metri quadrati situato negli spazi interrati della sede provinciale della Banca popolare Volksbank, dopo le operazioni di restauro fra alcuni mesi verra’ aperta ai visitatori.

La ricerca archeologica, avviata nel 2000 dalla Soprintendenza per i beni archeologici della Provincia autonoma di Trento – e’ stato sottolineato oggi nel corso della presentazione ad autorita’ e stampa – e’ di particolare importanza perche’ fornisce un ulteriore strumento per la ricostruzione dell’ impianto urbano dell’ antica Tridentum sepolto dalla citta’ medievale e moderna, e permette inoltre di conoscere l’ edilizia privata e le attivita’ che si svolgevano all’ interno della citta’.

Nel corso degli scavi e’ stata infatti scoperta una caupona, bottega per la vendita del vino con grandi fosse circolari per tini o botti, oltre ad una latrina a sedile.

Numerosi i reperti portati alla luce: anfore, oggetti e suppellettili di uso quotidiano, resti di dipinti, frammenti di statua, fibule, anelli e orecchini.

Il sito scoperto coincide con una porta d’ ingresso alla citta’ per visitatori a piedi, posta a est di di Porta Veronensis, inserita in una torre dove stazionavano i soldati che controllavano l’ ingresso alla citta’.

I piani interrati dove sono stati trovati i resti romani sono di proprieta’ della Banca popolare Volksbank, ma grazie ad un accordo con la Provincia di Trento – e’ stato annunciato ai giornalisti – nei prossimi mesi verranno aperti ai visitatori, nell’ ambito del progetto Tridentum: la citta’ sotterranea con il quale sono gia’ stati individuati 23 siti romani, per 9 dei quali esistono gia’ progetti di musealizzazione. Il nuovo sito di Palazzo Lodron si inserira’ dunque nel percorso archeologico che attualmente ha un punto di forza nell’ area Sass sotto il Teatro Sociale.

Fonte: CulturalWeb 03/08/04
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners