PARCO ARCHEOMINERARIO DI ROCCA SAN SILVESTRO

Pubblicato il : 20 Aprile 2001

Via di San Vincenzo, 34/B – Campiglia Marittima (LI) – Informazioni: 0565.838680 Rocca San Silvestro è un villaggio medievale fortificato nella diocesi toscana di Massa e Populonia, posto su un rilievo dominante la pianura costiera, un tempo lacustre, circondato da orti, uliveti, vigneti, alberi da frutta e campi destinati al seminativo e al pascolo. Il castello fu fondato fra X e XI secolo per iniziativa dei conti Della Gherardesca con l’obiettivo di sfruttare le ricche mineralizzazioni dell’area. Tra la fine dell’XI secolo e gli inizi del XII, quando i Della Rocca subentrarono ai Della Gherardesca, il villaggio subì un ampliamento con la ricostruzione della cinta muraria, l’edificazione della torre, della residenza signorile e della chiesa, la costruzione delle case del borgo. Gli abitanti del villaggio dividevano il loro tempo tra le attività estrattive e metallurgiche, e quelle agricole e silvo-pastorali. Le varie attività produttive sono testimoniate dai ritrovamenti archeologici: piccoli fusaioli e ditali in bronzo per tessere; forbici, cesoie per tosature; macine e macinelli per la frantumazione delle granaglie; cunei e scalpelli per il lavoro di carpenteria e falegnameria; subbie, punte di trapani, mazzuolo, zappe e falcetti per le attività degli scalpellini e dei contadini. Le 586 monete ritrovate e provenienti da varie zecche sono indizio di una circolazione monetaria conseguente al notevole sviluppo economico raggiunto, così come le differenti tipologie di ceramica in uso (depurata, maiolica arcaica pisana, ceramica grezza di produzione locale). L’abbandono del castello avvenne nel corso del XIV secolo a causa dell’espansione territoriale di Pisa, della crisi demografica che investì l’Europa alla metà del XIV secolo, del maggior sfruttamento delle miniere della Sardegna. Il parco ha lo scopo di ricostruire i modi e le forme dello sfruttamento minerario ed estrattivo, nelle fasi di uso preindustriali e industriali. Oggi il parco, gestito dalla Società Parchi Val di Cornia, è costituito dal museo minerario e mineralogico, dagli scavi di San Silvestro (effettuati dal Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università di Siena in collaborazione con il Comune di Campiglia Marittima), dai percorsi in miniera a cielo aperto.
Fonte: Medioevo
Cronologia: Arch. Medievale

Print Friendly, PDF & Email
Partners