NAPOLI. Capanne sotto l’Università.

Pubblicato il : 27 Agosto 2006

Un insediamento dell’età del Bronzo medio è stato individuato dagli esperti della Soprintendenza archeologica nell’area di piazzale Tecchio durante i lavori di realizzazione della metropolitana.
Le strutture, ad una profondità di quasi dieci metri, secondo gli archeologi, sarebbero solo la parte periferica di un villaggio situato presumibilmente proprio sotto l’edificio della facoltà d’Ingegneria dell’Università degli Studi. Notevole la quantità di ceramica e di scorie di lavorazione del bronzo recuperate, mentre l’esame dei sedimenti ha rivelato che la linea di costa nell’antichità era molto più arretrata rispetto a quella attuale, ragion per cui il mare occupava quasi interamente l’area dell’attuale abitato di Fuorigrotta.
La forma delle capanne, a ferro di cavallo, come ipotizza Giuseppe Vecchio, archeologo responsabile dello scavo, non dovrebbe differire molto dagli edifici della stessa epoca, considerando che gli abitanti del villaggio, oltre all’agricoltura ed alla pastorizia, praticavano anche la pesca.
Individuati anche solchi di coltivazioni d’età romana risalenti al I e al II sec. a.C. con segni d’arature, testimonianza di campi coltivati in prossimità di una villa rustica.
Una volta completata la stazione della metropolitana, il progetto prevede l’allestimento di pannelli con ricostruzioni di tutta l’area indagata.


Fonte: Il Giornale dell’Arte 01/07/2006
Autore: Carlo Avvisati
Cronologia: Preistoria

Print Friendly, PDF & Email
Partners