Edilberto FORMIGLI: “Fibulae. Dall’età del bronzo all’Alto Medioevo: tecnica e tipologia”.

Pubblicato il : 31 Gennaio 2004

Pubblicato dalla Casa Editrice Polistampa e voluto dal Sistema dei Musei Senesi, dal Comune di Murlo, da A.N.T.E.A. e dal CNR-Progetto Finalizzato Beni culturali, “Fibulae. Dall’eta’ del bronzo all’Alto Medioevo: tecnica e tipologia”, volume a cura di Edilberto Formigli, sara’ presentato da Renato Peroni, Enzo Lippolis, Gloria Olcese venerdi’ 6 febbraio alle ore 16 nell’aula conferenze “Pentagono”, presso la sede centrale del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Il volume, che, con la presentazione di Alessio Manetti e le note introduttive di Anna Maria Bietti Sestieri, Angelo Bottini ed Edilberto Formigli, riassume gli interventi del seminario di studi ed esperimenti tenutosi a Murlo in provincia di Siena dal 7 al 10 settembre 1998, e’ suddiviso in tre sezioni:

“Dalle origini all’eta’ romana”, “L’eta’ romana” e “L’Alto Medioevo”, corredate da un saggio sui “Metodi di indagine archeometrica”, due saggi su “Le ricostruzioni sperimentali”.

Scrive Edilberto Formigli: “La fibula e’ un manufatto metallico utilizzato per un lunghissimo arco di tempo nella storia europea, a cominciare dall’eta’ del bronzo fino all’alto Medioevo e cioe’ finche’ essa mantenne una sua funzione di fissaggio delle vesti.

Per la posizione privilegiata sul corpo umano e per le possibilita’ di elaborazione tecnica offerte dal materiale metallico e dalla sua forma articolata, la fibula e’ sempre stata usata anche come elemento decorativo della persona”.
Fonte: CulturalWeb 30/01/04
Autore: Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Partners