EGITTO – Saqqara: scoperta una necropoli nella roccia.

Pubblicato il : 28 Aprile 2003

Una necropoli composta da un numero rilevante di tombe scavate nella roccia e ricche di affreschi colorati risalenti ad un periodo indicato tra il 2400 ed il 2100 avanti Cristo e’ stata scoperta da una missione archeologica francese nell’ara di Tebet El Gueish, a sudovest di Saqqara, dove si trova la famosa ‘piramide a gradoni’ di re Zoser.

La scoperta e’ stata fatta da una missione diretta dal professor Vassili Dobrev, dell’ Ifao (Istituto francese di archeologia orientale), di base al Cairo, ed e’ stata annunciata dal ministro della cultura Faruq Hosni.

La necropoli comprende anche la tomba del sacerdote Hawnefr, che operava nel tempio funerario del re Pepi primo, il secondo re della sesta dinastia. Hawnefr, con sua moglie e 13 figli, sono tutti raffigurati in affreschi colorati – tuttora ben conservati – sulle pareti calcaree della tomba. La missione ha anche scoperto 12 statue del sacerdote Knomottep, in posizioni diverse (seduto, in piedi, in preghiera), tutte in buono stato.

Il professor Dobrev ha reso noto che la sua missione ha cominciato a lavorare in dicembre 2000 nella zona per ridisegnare la mappa della regione sud di Saqqara e poi ha avviato gli scavi nella regione sudoccidentale.
Fonte: ANSA
Autore: Redazione
Cronologia: Egittologia

Print Friendly, PDF & Email
Partners