UTRECHT (NL) – Una chiatta romana di 1800 anni fa

Pubblicato il : 3 Luglio 2003

Una chiatta di 1800 anni fa, che una volta navigava lungo i confini dell’impero romano, tornerà in superficie nei Paesi Bassi entro pochi giorni. L’imbarcazione, che si trova sul fondo dell’Heldammer Stroom, una diramazione dell’antico corso del fiume Reno nei pressi della città di Utrecht, sta per essere recuperata da un gruppo di archeologi. Scoperta nel 1997, si sarebbe conservata in modo magnifico.
“È qualcosa di davvero speciale, – commenta Andre Van Holk, che guida il team di ricercatori – La maggior parte delle navi trovate fino a oggi erano state deliberatamente svuotate e affondate per fortificare i banchi del fiume: questa è la prima che sembra essere affondata per cause naturali”.
Anche se il letto originario del fiume si è riempito di sedimenti secoli or sono, la chiatta è rimasta impregnata e satura d’acqua per quasi 2000 anni, preservando così l’imbarcazione e il suo contenuto. Lunga 25 metri e larga 2,7, è la prima ad essere stata trovata con la cabina ancora piena di oggetti perfettamente conservati: dalla cucina, il letto e la cassapanca del capitano, fino al contenuto della sua credenza.
Poiché scavi precedenti hanno rivelato l’esistenza nella regione di un gran numero di torri di guardia e di fortezze, gli archeologi ritengono che la chiatta possa gettare luce sull’organizzazione del sistema difensivo dei romani. Ci sono indizi della presenza di soldati a bordo: scarpe, punte di lancia e asce, che facevano parte dell’equipaggiamento standard di un soldato romano.
Gli archeologi, che lavorano per l’istituto olandese di archeologia marittima (NISA), prevedono di sollevare la barca nelle prossime settimane e di trasportarla a Lelystad, dove sarà immersa in una vasca contenente una soluzione speciale per un periodo di almeno due anni, in modo da rendere il legno più resistente e poterla in seguito esporre in pubblico.
Fonte: 50 12/06/03
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners