ARCHEOMARCHE. Museo Archeologico Nazionale delle Marche, Venere di Frasassi.

Pubblicato il : 26 Marzo 2020

Nona puntata, andata in onda sul TGR Marche, dedicata alla Venere di Frasassi.
La Venere ritrovata 2007 nella Grotta di Frasassi è una delle più antiche testimonianze artistiche del territorio italiano.
La statuetta, realizzata in stalattite, è alta poco più di 8 centimetri e per stile e proporzioni rientra nella tipologia delle Veneri del Gravettiano, un periodo che inizia circa 28 mila anni fa e termina 20 mila anni fa.
La testa della dea infatti è solo abbozzata e una profonda incisione separa il viso dalla nuca, suggerendo la presenza di un copricapo o di una capigliatura.
I seni sono chiaramente riconoscibili e sembrano quasi appoggiarsi sulle braccia, poste in posizione di “offerta”.
Il ventre è rigonfio e l’area pelvica è riconoscibile dalla forma tipicamente triangolare.
La parte inferiore del corpo è di forma conica, e le gambe sono definite semplicemente da una incisione verticale.

Riprese di Carlo Bragoni e montaggio di Mirko Menghini.

Vedi, vai a >>>>>>>>

 

Print Friendly, PDF & Email
Partners