Articoli presenti: 5779
Registrazione Tribunale di Torino n. 5936 del 17/01/2006 - Direttore responsabile: Silvia Riva - Editore: Mediares S.c. - ISSN 1828-0005
Home
Cerca con Google
Abbonati
Invia messaggio a club@archeomedia.net indicando "Abbonamento ArcheoMedia".
Informativa Privacy
Sostienici
carte
L'abbonamento ad ArcheoMedia è gratuito, ma per potervi dare un servizio sempre più completo, più tempestivo e migliore richiede maggiori costi e maggior impegno.

Aiutaci in questo senso facendo una "donazione a sostegno di ArcheoMedia "

 
Presentazione

ArcheoMedia è una rivista ad abbonamento gratuito, per le persone che si interessano di archeologia.
La redazione è composta da soci Mediares Sc, Società di Servizi per la Cultura, con il supporto di "collaboratori esterni".
ArcheoMedia è uno strumento di aggiornamento sulle novità archeologiche.

Ultimo Articolo
BOLOGNA. Scoperta l'antica via Emilia.
COD 12 Antica-via-Emilia-Romana-a-BolognaSorprendente scoperta nel corso dei  lavori del cantiere BoBo in centro a Bologna, i quali hanno dato alla luce i resti della via Emilia romana. Ma non ci si aspettava di incontrarla già a 80 cm di profondità, quando nella vicina biblioteca Salaborsa, come il pavimento trasparente rivela, i resti della strada sono a tre metri di profondità.
Purtroppo questo tratto della via Emilia, non sarà più visibile: già in queste ore in via Ugo Bassi si sta procedendo alla sua copertura con teli in tessuto-non tessuto, sabbia e cemento. Uno strato di materiali che garantirà, dicono gli esperti, "la tombatura per altri duemila anni".
Risalgono infatti al primo secolo dopo Cristo, in epoca augustea, le pietre (trachiti dei colli Euganei), che in alcuni tratti mostrano ancora i segni lasciati dai carri. Rinvenuto anche il margine settentrionale della via Emilia, una sorta di marciapiede, che suggerisce agli studiosi le dimensioni dell'antica strada: tra i sei e i sette metri di ampiezza.
Dallo scavo, spiega l'archeologa Renata Curina, emerge che la via Emilia fatta così venne "utilizzata per tutti i secoli dell'Impero fino all'età tardo-antica", ovvero tra il quarto e il sesto secolo dopo Cristo, quando "venne rialzata con un battuto in laterizio che diventa altrettanto solido per il passaggio dei carri".
La strada "è conservata dov'è e la lasceremo lì- afferma Curina- chiaramente con una copertura che ci permette di conservarla. Purtroppo non ce l'abbiamo tutta e altri...
 
Oneiros Viaggi www.consigliatoaglisposi.com
Logo Jooble 240x200 libri-novita
Fotografia aerea M7 Gestionali Online

banner sindone

abbey school

banner archeomedia

concorso02

Gite Scolastiche in Piemonte

BANNER

Banner
Banner