MARANO LAGUNARE (Ud). Il mare restituisce la spada del mistero.

Pubblicato il : 28 Gennaio 2012
spada_marano
La “spada del mistero”, l’arma rinvenuta da due pescatori di Marano nelle acque antistanti l’Isola di Sant’Andrea, sarà consegnata oggi ufficialmente al Soprintendente per i Beni archeologici del Friuli Venezia Giulia, Luigi Fozzati, nel corso di una cerimonia, presente il sindaco Mario Cepile, che si terrà alle 14 in sala consiliare.
La “spada del mistero”, appartenente presumibilmente al periodo del tardo Medioevo, sarà eccezionalmente esposta durante la cerimonia, poi sarà portata al laboratorio di restauro della Soprintendenza di Aquileia.
L’arma, che è in buono stato di conservazione ed ha ancora il fodero in pelle, è stata ritrovata durante una battuta di pesca da Adriano Milocco e da un suo collega, i quali, una volta rientrati, l’hanno mostrata alla figlia di Milocco che studia archeologia. Questa, con non poca emozione, ha informato del ritrovamento un docente, che ha quindi provveduto a segnalare alla Soprintendenza l’eccezionale ritrovamento, eccezionale in quanto, ad oggi, di oggetti appartenenti al Medioevo in laguna a Marano non ne erano mai stati trovati, per questo è stata subito definita “la spada del mistero”.
A “premio” del ritrovamento, il Soprintendente consegnerà ai due pescatori una lettera di encomio.

Autore: Francesca Artico

Fonte: www.messaggeroveneto.it, 27-01-2012

Print Friendly, PDF & Email
Partners