TORINO: Un giallo dietro l’annuncio di nuove collezioni per l’Egizio.

Pubblicato il : 12 Luglio 2004

La direttrice del Museo: dal ministro Urbani mai nessun accenno a possibili eventuali ampliamenti.

Quali sono le nuove collezioni con le quali il ministro Urbani vuole arricchire il Museo Egizio di Torino? Vuole trasferirle da altri musei italiani? O le vuole comperare? E con quali soldi?” Se lo chiede Anna Maria Donadoni, attuale direttrice del Museo. E’ curioso di saperlo anche suo marito, il grande archeologo Sergio Donadoni.

“Abbiamo appreso la notizia dai giornali” dicono. “Eravamo in treno e siamo sobbalzati nel leggere le dichiarazioni che il ministro ha rilasciato durante la sua visita alla Fiera del Libro”. Perché? “Nessuno ha mai informato il Museo di queste opportunità. Noi da tempo peroriamo nuove acquisizioni. Il Museo ha già acquistato un ritratto del Faiyum e un busto d’età tarda. Ci piacerebbe comprare anche una collezione di tessuti copti”.

Sono queste le nuove collezioni di cui fa cenno Urbani?

“Non lo sappiamo” prosegue Anna Maria Donadoni “Comunque se il Ministro vuole potenziare l’Egizio ha due opzioni. Trasferire collezioni da altri musei italiani o fare nuovi acquisti”…

Fonte: La Stampa 11/05/04
Autore: Maurizio Lupo
Cronologia: Egittologia

Print Friendly, PDF & Email
Partners