ROMA: Restituito ai visitatori il mosaico policromo delle Terme di Caracalla.

Pubblicato il : 22 Giugno 2016

Torna al suo antico splendore il mosaico policromo della palestra occidentale delle Terme di Caracalla grazie ad un intervento della Soprintendenza speciale per il Colosseo e l’Area Archeologica Centrale di Roma.
Da oltre quaranta anni non erano visibili ai visitatori perché coperti con un tessuto e uno stato di terra per proteggerli dal possibile degrado. Il finanziamento dell’intervento è arrivato da Bulgari; lo spiega l’amministratore delegato della società Jean-Christophe Babin che contemporaneamente annuncia che sarà finanziato il restauro anche della restante parte del mosaico.
“Questi mosaici hanno dato l’idea per la collezione di gioielli ‘Divas’ Dream’, un successo mondiale”, ma non è il primo contributo da Bulgari alla valorizzazione e restauro del patrimonio culturale come ad esempio “gli ori di Taranto” iniziativa presentata addirittura in Cina.
Il mosaico nella sua interezza supera gli 80 metri quadri in pregiati marmi policromi con un disegno geometrico a ventaglio; 25 mq sono oggetto del primo intervento che è consistito da una pulitura preliminare, dal consolidamento del piano del mosaico e ad altri interventi finalizzati a evitare cedimenti; infine la pulitura definitiva è stata completata dalla stesura di un velo protettivo.
Lo spiega la direttrice delle Terme di Caracalla, Marina Piranomonte che ha curato il restauro assieme ad Anna Borzomati. “I marmi che venivano usati per i mosaici arrivavano dai quattro angoli dell’Impero. Dobbiamo guardare questi mosaici come un capolavoro frutto dell’opera dell’uomo e di una grande capacità costruttiva” ha concluso la direttrice.

Fonte: www.quotidianoarte.it, 22 giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email
Partners