ROMA, La Storta, via della Giustiniana. Cassia, scoperte tombe e ville antiche.

Pubblicato il : 28 Giugno 2020

Sorpresa e stupore in via Cassia dove uno scavo di archeologia preventiva ha portato alla luce tombe e ville dell’antichità. In un piccolo terreno in zona La Giustiniana gli archeologi della Soprintendenza capitolina hanno scoperto un vero e proprio “concentrato di storia”, così lo ha definito Marina Piranomonte, responsabile scientifico dello scavo presentando i reperti del chilometro 11.700 di via Cassia.
“Siamo di fronte ad epoche molto lontane: una tomba a camera, di epoca orientalizzante, sicuramente etrusca che risale al VI-VII secolo a.C. Quando qui Roma ancora non era arrivata” – ha spiegato Piranomonte.
Rinvenuti anche oltre 60 vasi, tutti restaurabili. Buccheri e ceramiche depurate prelevati e recuperati per essere sottopposti al restauro. “Si procederà ad una prima pulitura, poi al consolidamento, collagio e rintegrazione”.
Poco distante una villa romana con una parte residenziale e una rustica destinataa alla trasformazione dei prodotti agricoli. E poi ancora 38 tombe a cappuccina che risalgono al III-IV secolo d.C.
“Siamo in presenza di un concentrato di storia. Non ci aspettavamo tutta questa ricchezza e un arco cronologico così vasto: dieci secoli di storia. Questa è Roma” – ha detto entusiasta Piranomonte sottolineando l’impoortanza dell’archeologica preventiva.

Fonte: www.romanord.romatoday.it, 26 giu 2020

Print Friendly, PDF & Email
Partners