RISCHIO DI DEMOLIZIONE PER MURA E ANFITEATRO ROMANO?

Pubblicato il : 3 Dicembre 2001

Pare sbloccata la situazione relativa al tunel sotto piazza San Carlo. Il sovrintendente Lino Malara ha infatti dimostrato il suo consenso alla costruzione del tunnel sotto piazza San Carlo, tunnel che nei mesi scorsi aveva fatto discutere addetti ai lavori e non. Il sottopasso che l’assessore alla viabilità Maria Grazia Sestero vorrebbe realizzare sotto piazza San Carlo potrebbe demolire testimonianze importanti di Augusta Taurinorum. E’ il timore prospettato da Luisa Brecciaroli, Soprintendente ai Beni Archeologici, secondo la quale lo scavo potrebbe distruggere un tratto di mura della cinta romana (che passava lungo l’asse di via Maria Vittoria e via Maria Teresa), i resti dell’anfiteatro (non ancora individuato con esattezza), ma anche i resti delle fortificazioni cinquecentesche della città (simili a quelle rinvenute ai Giardini Reali). D’altro canto i resti archeologici sono tutelati dalla legge e quindi i lavori stessi potrebbero essere bloccati, anche se probabilmente le evidenze archeologiche sono già state demolite con i cantieri degli Anni Trenta, durante i quali venne realizzata via Roma. Gli eventuali scavi potrebbero però confermare o smentire l’ipotesi di un anfiteatro posizionato nella zona di piazza San Carlo, teoria non verificabile senza la presenza di prove dirette.
Fonte: La Stampa
Autore: Emanuela Minucci
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners