PORTO TORRES (Ss). Reperti romani in via Paglietti.

Pubblicato il : 30 Novembre 2019
porto torres

Antiche strutture murarie, colonne romane e mosaici, edifici presenti all’interno delle mura dell’area urbana della Colonia Romana di Turris Libisonis che riaffiorano e restituiscono alla città moderna un patrimonio archeologico prezioso.
Testimonianze di insediamenti venuti alla luce intorno e nelle immediate vicinanze di via Paglietti, nel cuore della città dove i lavori per la posa della rete del gas e della fibra ottica fanno riemergere di continuo resti dell’antica città romana.
Ma c’è un altro aspetto che emerge, il blocco del lavori della rete del gas sta creando disagi ai residenti.
“Occorre avere un minimo di pazienza solo per il tempo necessario per documentare quanto è stato rinvenuto – spiega il tecnico della soprintendenza, Franco Satta – i funzionari in base al decreto legislativo 42/2004 sono obbligati ad intervenire per tutelare il preziosissimo patrimonio archeologico della città di Porto Torres”.
La Soprintendenza è vigile e in via cautelativa ha sospeso l’attività di cantiere in nome della salvaguardia del patrimonio storico conservato nel sottosuolo.
Sarà affidata a una ditta specializzata esterna il compito di prelevare i reperti, ritenuti di particolare interesse dalla stessa Soprintendenza, consapevole dei disagi che si potrebbero creare nei confronti dei cittadini, compresa la difficoltà di transito delle ambulanze e le infiltrazioni di acqua nelle cantine delle abitazioni vicine.
“Auspichiamo che i lavori possano essere ripresi e conclusi a breve – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Derudas – ma occorre capire che c’è un lavoro di collaborazione tra Soprintendenza e l’impresa esecutrice degli scavi, pertanto bisogna attendere qualche giorno prima della loro ripresa”.

Autore: Mariangela Pala

Fonte: unionesarda.it, 13 nov 2019

Print Friendly, PDF & Email
Partners