MANTOVA. Domus romana in piazza Sordello.

Pubblicato il : 17 Dicembre 2006

L’assessore Battù: «Si va avanti con lo scavo archeologico». Proprio nell’angolo in fondo, sudest di piazza Sordello, quasi davanti alla questura, quasi sotto il primo tiglio, a un metro e mezzo sotto i ciottoli.
Dovevano scavare per mettere il dissuasore delle auto e hanno trovato un mosaico, bello e intatto. Non c’è dubbio: si tratta del pavimento di una domus romana (residenza cittadina da ricchi) del I o 11 secolo dopo Cristo.
Adesso contro il parcheggio selvaggio nella piazza ci si mette anche l’archeologia, stavolta maiuscola. Sul posto ieri pomeriggio si sono dati appuntamento la resposabile del nucleo operativo di Mantova della sovrintendenza archeologica della Lombardia, Elena Maria Menotti, il comandante della polizia municipale, Ildebrando Volpi, e l’assessore alle opere pubbliche Luciano Battù.
Si sono incontrati sull’orlo dello scavo, un metro e venti centimetri di profondità. <Occhiali scuri e completo grigio, Volpi sorride e rivendica un po’ di merito: senza i lavori per il dissuasore il mosaico sarebbe rimasto nascosto. Vuoi vedere che alla fine ci toccherà ringraziare gli automobiisti indisciplinati. Battù si mostra entusiasta. <


Fonte: Gazzetta di Mantova 15/12/2006
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners