LANCIATA UNA SFIDA: TROVARE IL SEPOLCRO DI S. CERBONE

Pubblicato il : 21 Ottobre 2002

C’è un’altra sfida che attende gli archeologi che studiano l’età medioevale. A lanciarla è il presidente dell’associazione «Amici di Populonia», Alfredo Massart, curioso di scoprire dove è stato sepolto San Cerbone. I libri di storia locale non ne parlano. All’altezza della fonte di San Cerbone, sono stati analizzati dei ruderi, sui quali sorgeva il vecchio lavatoio.
In realtà circola l’ipotesi che queste emergenze archeologiche appartengano all’antica chiesa di San Giuliano, età IV dopo Cristo, all’epoca di San Cerbone. Secondo alcuni testi questa chiesa è collegata al mito del santo della diocesi.
Il professor Massart, durante il convegno di presentazione degli scavi, ha invitato pubblicamente il professor Redi a scavare lungo la spiaggia alla ricerca di questo sepolcro. Una ricerca «guidata dal cuore», per usare le parole di Massart, che va a colmare un vuoto, quello dell’archeologia medioevale e di San Cerbone, sepolto a Populonia in tutta fretta perchè all’epoca in zona imperversavano i Longobardi.
Fonte: Il Tirreno 18 ottobre 2002
Autore: k.g.
Cronologia: Arch. Medievale

Print Friendly, PDF & Email
Partners