GIZA: SCOPERTO IL PIÙ ANTICO SARCOFAGO EGIZIANO

Pubblicato il : 25 Giugno 2002

È stato scoperto nei pressi della piramide di Giza il più antico sarcofago ancora intatto mai rinvenuto in Egitto, che molto probabilmente contiene una mummia di 4500 anni fa.
Il sarcofago, in arenaria, è stato individuato due chilometri a sud est della Sfinge, in una regione utilizzata come cimitero per i lavoratori delle piramide e probabilmente risale alla quarta dinastia, fra il 2613 e il 2494 a.C., durante il regno di Khufu.
I geroglifici rinvenuti sulla tomba dicono che i resti nel sarcofago sono quelli di Ny-Nsw-Wesert, un supervisore del distretto amministrativo che dirigeva la forza lavoro delle piramidi e dei templi della zona di Giza. È comunque molto improbabile che nel sarcofago siano contenuti oggetti di alto valore. Il proprietario aveva infatti una posizione di responsabilità, ma sicuramente non era ricco. Molto probabilmente, il sarcofago contiene statuette ed amuleti, che avevano il potere rituale di proteggere chi li indossava. Anche il corpo potrebbe essere in buona parte decomposto, perché in quel periodo le tecniche di mummificazione erano ancora in via di sviluppo e non avevano raggiunto il grado di sofisticazione dei tempi di Tutankhamon.
Il sarcofago verrà probabilmente aperto nel mese di settembre.
Fonte: Le Scienze
Cronologia: Egittologia

Print Friendly, PDF & Email
Partners