ETIOPIA: I più antichi utensili di pietra.

Pubblicato il : 12 Luglio 2004

Michael Rogers, docente di antropologia alla Southern Connecticut State University, ha scoperto in uno scavo a Gona, in Etiopia, la più antica prova diretta della fabbricazione e dell’uso in un ambiente controllato di utensili di pietra. Rogers e il suo team di ricercatori hanno datato gli utensili che sarebbero vecchi di 2,6 milioni di anni.

Un articolo che descrive la scoperta è stato pubblicato sul numero di settembre 2003 della rivista “Journal of Human Evolution”.

Tre anni fa, Rogers stava lavorando in Etiopia a un progetto di ricerca paleoantropologico in una regione fino ad allora poco studiata. Scoprì alcune piccole scaglie, strumenti costituiti da pezzi di pietra scheggiati via da una pietra più grande, e cominciò a scavare nei pressi di Gona.

La scoperta si rivelò uno sviluppo significativo nel campo della paleoantropologia: i più antichi utensili di pietra e ossa di animali nello stesso sito, chiaramente associati gli uni alle altre, indicavano che gli ominidi primitivi usavano strumenti per procurarsi il cibo.

“Si tratta del sito più antico che documenta entrambe le cose, – afferma Rogers – e non c’è dubbio sulla loro associazione. I nostri antenati usavano gli artefatti per lavorare le parti di animale, il che probabilmente indica che gli umani stavano espandendo la propria dieta e che non erano più solamente vegetariani ma, almeno in parte, anche carnivori”.
Fonte: Le Scienze on line 12/11/03
Cronologia: Preistoria

Print Friendly, PDF & Email
Partners