CONVENZIONE PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE SOTTOMARINO

Pubblicato il : 20 Dicembre 2001

L’Assemblea generale dell’Unesco ha sottoscritto nei giorni scorsi a Parigi la Convenzione per la protezione del patrimonio culturale sottomarino, con la quale si tutelano anche i beni storici e archeologici che giacciono in mare da almeno cento anni. Un documento importante voluto soprattutto dai paesi che più temono di vedere saccheggiati i molti tesori sepolti nei loro mari (tra i primi l’Italia) e a cui si sono opposti molti stati (tra cui Stati Uniti, Russia e Gran Bretagna). I relitti forniscono utilissime informazioni ad esempio sulle tecniche di costruzione, sulla vita a bordo, sulle rotte percorse nell’antichità, sulle merci trasportate: dati importanti per ricostruire il passato ma che sicuramente lasciano indifferenti i “cercatori d’oro subacquei”.
Fonte: La Repubblica – Il Venerdì
Autore: Cinzia Dal Maso

Print Friendly, PDF & Email
Partners