AQUILEIA: NUOVE SCOPERTE

Pubblicato il : 28 Agosto 2001

Le campagne di scavo condotte dalla Soprintendenza ai Beni Culturali del Friuli-Venezia Giulia hanno portato a numerose scoperte interessanti. Innanzitutto sono stati individuati i “carceres” ossia i locali nei quali venivano ricoverati gli animali e i carri. Grazie a questa scoperta gli archeologi hanno stabilito che il circo, che risale al II secolo d.C., ha subito alcuni rimaneggiamenti fino a quelli del IV secolo che portarono alla realizzazione delle grandi mura di difesa e di una strada che correva parallelamente al muro in direzione est-ovest. La zona a nord-ovest del Foro ha evidenziato la presenza di un edificio repubblicano composto da quattro muri circolari concentrici, parte in arenaria e parte in mattoni, racchiusi in una costruzione quadrata. Potrebbe trattarsi della curia (la sede del consiglio cittadino) o del Comitium (la sala per l’assemblea popolare). Più a nord invece una costruzione a pianta quadrata entro cui è iscritto un cortile circolare cui sono collegati numerosi ambienti sembra identificabile come Macellum, ossia il mercato destinato alla vendita di carne e pesce.
Fonte: Il Messaggero Veneto
Cronologia: Arch. Romana

Print Friendly, PDF & Email
Partners