POMPEI (Na). Il restauro dei magnifici calchi.

Pubblicato il : 21 Maggio 2015
calchi pompei

calchi pompeiSono in via di completamento i restauri degli 86 calchi ritrovati a partire dal 1863 a Pompei, grazie alla tecnica messa appunto da Giuseppe Fiorelli. Venti saranno in mostra dal 27 maggio nell’Anfiteatro di Pompei per la mostra “Pompei e l’Europa 1748-1943“, il cui allestimento è curato dall’architetto Francesco Venezia.
I restauratori sono riusciti, durante questi lavori, a ricomporre un gruppo familiare, sui tavoli di restauro si vede una mamma con il bambino in piedi sul suo grembo, un bimbo piccolo di circa due anni e un adulto colpito da una trave. Questo gruppo fu ritrovato nella casa del “Bracciale d’oro”.
Le prime analisi ai raggi x hanno anche rilevato che all’interno dei calchi in gesso è conservata l’intera struttura ossea delle vittime, confermando la teoria secondo cui i pompeiani sono morti all’istante, a causa della nube ardente di trecento gradi che li ha investiti.
Da alcune settimane i calchi in esposizione in alcuni edifici degli scavi di Pompei come Macellum, Granai del foro, Terme Stabiane e Villa dei Misteri, sono stati trasferiti nei laboratori della soprintendenza per essere sottoposti a interventi di restauro e di studio presso un’area dell’Insula Ocidentalis.

Fonte: http://www.repubblica.it, 21 maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email
Partners