Lucio TARZARIOL. Ritrovate le tracce del castello di Mondragon “l’altura del serpente”.

Pubblicato il : 5 Gennaio 2019
mondragon

Tarzo, svelato il segreto del “Mondragon” “la scoperta del Drago” e il ritrovamento delle rovine del antico castello. Il Bibliotecario di Tarzo, Lucio Tarzariol, prova la vera origine del toponimo “Mondragon” e ritrova le antiche rovine dell’eremo scomparso di cui non si conosceva l’ubicazione.
Dalle indagini e dai resoconti storici poco sappiamo dei castelli locati nel Comune di Tarzo; si fa cenno al castello dei “Da Corbanese”, riconducibile alla “Curtis de Orbanisse”, un villaggio fortificato esistente già in epoca franca; infatti, dal 928 d.C. al 1016 d.C., era compreso nel vescovado di Belluno, per cui i Da Corbanese, erano vassalli del vescovo-conte di Belluno, come del resto conferma anche un documento dell’anno 1016 d.C. nel quale, come asserisce lo storico A. Vital, “Collaldrà con tutti i fortilizi dei Castellich erano sotto la potente giurisdizione del vescovo-conte di Belluno”, poi il Castello entrò a far parte del territorio di Conegliano e successivamente passò ai Da Camino….

Leggi tutto nell’allegato: Tracce del castello di Mondragon

Autore: Lucio Tarzariol – reminiscenti@inwind.it

Print Friendly, PDF & Email
Partners