Giandomenico PONTICELLI. Bronzi di Riace. Autopsia del rinvenimento.

Pubblicato il : 7 Settembre 2016

La notizia del rinvenimento di antiche statue di bronzo, rappresentanti due figure maschili, nell’estate del ’72 -come facilmente intuibile- fece molto scalpore. Nei giorni che videro i Carabinieri del nucleo sommozzatori impegnati nelle operazioni di recupero, una grande folla variegata di persone confluì presso la località Porto Forticchio di Riace Marina.

Leggi tutto nell’allegato: Bronzi-di-Riace

Ora i “bronzi” sono magnificamente esposti nel nuovo Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria che rappresenta uno dei rari esempi di edificio progettato e realizzato per accogliere collezioni museali.
L’area in cui si trova il museo è molto ben servita da un punto di vista dei trasporti, adiacente alla stazione ferroviaria Reggio -Lido e proprio grazie all’ottima posizione di cui gode risulta facilmente raggiungibile sia da mezzi pubblici che privati, sia per chi si muove all’interno del centro cittadino (presenti numerosi parcheggi) sia per chi arriva dall’esterno (non è lontano il collegamento all’Autostrada A3).
Il Museo è stato oggetto di un significativo intervento di recupero (c.a. 11.000 mq) che è consistito nella riqualificazione architettonica dell’edificio storico e nella realizzazione di una struttura ampliata ed organizzata sia sotto l’aspetto del percorso museale che dell’allestimento.
Il completamento della nuova struttura offre al pubblico un Museo moderno, progettato in base a standard qualitativi internazionali, sia in termini di allestimenti che per la multimedialità, interattività ed aree espositive.
Il MArRC è uno dei Musei archeologici più rappresentativi del periodo della Magna Grecia, con importanti collezioni, noto al mondo grazie all’esposizione permanente dei famosi Bronzi di Riace, accoglie anche una vasta esposizione di reperti provenienti da tutto il territorio calabrese.
Il nuovo percorso museale ha inizio dall’alto, con una sezione dedicata alla Preistoria e si sviluppa fino al piano terra attraverso l’esposizione delle grandi architetture templari dei territori di Locri, Kaulonia e Punta Alice, garantendo una continuità spaziale e logica che ha il suo epilogo con l’esposizione dei materiali, ognuna provvista di testi esplicativi e supporti dedicati, ha l’obiettivo di “raccontare” al visitatore la Storia della Calabria.

Info:
Reggio di Calabria, Piazza De Nava, 26 – 89100
Telefono: 0965 812255 – Fax: 0965 813008
Email: man-rc@beniculturali.it
http://www.archeocalabria.beniculturali.it/
Ingresso: 8,00 euro – 6,00 euro mercoledì; Riduzione 5,00 euro – 4,00 euro mercoledì – 3,00 euro il sabato dalle ore 20,00 alle ore 23,00 dal 25 giugno al 24 settembre 2016
Giorni e orario apertura: dalle 9:00 alle 20,00 tutti i giorni con ultimo ingresso alle ore 19,30 Chiusura settimanale: Lunedì; Orario biglietteria: 9,00 – 19,30;

Print Friendly, PDF & Email
Partners