TORINO. Cavalli Celesti. Raffigurazioni equestri nella Cina antica.

Pubblicato il : 19 novembre 2014
MAO CavalliCelesti Cc251

MAO CavalliCelesti Cc251In occasione dell’anno del cavallo, secondo il calendario cinese, il MAO presenta Cavalli Celesti. Raffigurazioni equestri nella Cina antica, una mostra per esplorare uno dei simboli della storia e della cultura cinese attraverso quarantacinque opere, dall’XI secolo a.C. al X d.C.
Emblemi di nobiltà, eleganza, velocità e potenza, i cavalli si sono arricchiti nel corso del tempo di valenze soprannaturali ammantate di resoconti leggendari. Uno dei miti più noti è proprio quello dei “Cavalli Celesti”, straordinari destrieri capaci di trasportare chi li cavalcava nelle terre degli immortali.
Il MAO rende omaggio a questa creatura che tanto peso ha avuto nella storia dei popoli, grazie a una serie di opere provenienti dalle collezioni del museo e da una raccolta privata torinese.
Il percorso espositivo è articolato in sette sezioni che corrispondono a diversi ambiti tematici: dalla guerra, al commercio, allo svago. In mostra preziose statuine funerarie a tutto tondo in terracotta dipinta e invetriata, nel periodo dalla dinastia Han (206 a.C. – 220 d.C.) alla dinastia Tang (618-907 d.C.), dove i cavalli appaiono soli o in rapporto dinamico con il cavaliere, colorati e arricchiti di dettagli a seconda della funzione che l’immagine doveva evocare e rendere viva. Saranno inoltre esposti elementi arcaici di bardature e di carri (XI sec. a.C. – II sec. d.C.), rilievi e ceramica dipinta (II sec. a.C. – I sec. d.C.).
MAO CavalliCelesti G102014: anno del cavallo nel calendario cinese
Nel calendario tradizionale dell’Asia orientale, basato su cicli di sessanta anni, il 2014 è il trentunesimo anno e cade proprio a metà del ciclo in corso: rappresenta, quindi, un cambiamento di fase, un nuovo inizio. Il 2014 è caratterizzato dal segno “zodiacale” del cavallo, incarnazione di vivacità e vigore, di saggezza e talento.
attività collaterali
In occasione della mostra saranno proposte conferenze e incontri di approfondimento con il pubblico, visite guidate dedicate, attività per scuole e famiglie. Gli appuntamenti andranno ad esplorare il significato del cavallo e delle sue raffigurazioni nella cultura cinese, tenendo in considerazione i raffronti con l’Occidente e con la Cina contemporanea.
Accompagna l’esposizione un catalogo edito da Silvana Editoriale, scritto da Marco Guglielminotti Trivel, conservatore del MAO per l’Asia orientale, con il contributo di Domenico Bergero, direttore della Struttura Didattica Speciale Veterinaria dell’Università di Torino.

Info:
MAO Museo d’Arte Orientale, via San Domenico 11, Torino
orario: martedì – domenica 10 -18 (la biglietteria chiude un’ora prima), chiuso il lunedì; ingresso al museo: adulti € 10, ridotto € 8, gratuito fino ai 18 anni e abbonati Musei Torino Piemonte.
Cavalli Celesti – Raffigurazioni equestri nella Cina antica, fino al 22 febbraio 2015.

Se volete aggiungere una visita alla città di Torino o altre idee studiate appositamente per voi iniziate a sfogliare un pò di proposte sul sito
http://www.viaggioinpiemonte.it/category/torino-e-piemonte-in-autonomia/

Print Friendly
Partners