SCANDICCI (Fi). Voci della Terra, la Necropoli dell’Olmo.

Pubblicato il : 10 giugno 2014
orecchino

orecchinoA Scandicci, in piazza Matteotti 31, è in corso la mostra “Voci della terra. La Necropoli dell’Olmo a Scandicci”, ospitata all’interno di un nuovo spazio espositivo dedicato alla memoria storica del territorio. Il vecchio palazzo municipale che dall’ottocentesca “fabbrica” oggi prende il nome di “Fabbrica dei Saperi”,  recentemente ristrutturato nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione urbana del centro cittadino, torna ad essere il cuore pulsante delle attività culturali e formative ospitando, al piano terra, l’Urban Center (centro informativo sullo sviluppo contemporaneo della città) e il cosiddetto “Antiquarium”, uno spazio espositivo dedicato alla storia locale, laddove aveva sede in origine l’Archivio Storico.
La mostra  intende presentare sinteticamente al pubblico la necropoli dell’Olmo, individuata a Scandicci  nel 2001 dal Gruppo Archeologico a seguito di lavori edili nei pressi dell’uscita autostradale di Firenze Signa. Lo scavo ha consentito di portare alla luce una porzione di una estesa necropoli etrusco-romana, utilizzata per un ampio lasso di tempo e con una notevole varietà di tipologie tombali.
SepoltureellenisticheIl territorio di Scandicci, parte di un più ampio comprensorio, caratterizzato dal bacino dell’Arno e dai suoi affluenti, risulta frequentato fin dalla preistoria e abitato intensamente in tutte le epoche. Significative, anche se non esaustivamente studiate, sono le testimonianze etrusco-romane, molte delle quali dovute al più che trentennale lavoro di monitoraggio, ricerca e controllo del territorio posto in essere dal locale Gruppo Archeologico. Un patrimonio di conoscenze meritevole di essere adeguatamente valorizzato, con l’approfondita pubblicazione dei risultati e la musealizzazione, preferibilmente in loco, delle più significative testimonianze della storia antica del comprensorio.
La mostra temporanea, frutto della stretta collaborazione tra Soprintendenza, Gruppo Archeologico, Amministrazione Comunale e Scandicci Cultura e del comune impegno nella tutela del territorio, si arricchisce dei valori aggiunti di un’apertura al pubblico a carico del volontariato e di un approccio didattico ed emozionale alla materia attraverso un percorso tattile e una ricostruzione  multimediale di una porzione della necropoli. Vuol essere un piccolo ma significativo passo avanti per consentire la più ampia fruizione del patrimonio archeologico locale prima di tutto agli abitanti del Comune, a cui i curatori del percorso espositivo hanno voluto dedicare l’iniziativa.

Info:
La mostra rimarrà aperta fino al 12 Ottobre 2014. Visite guidate e laboratori didattici sono a cura del Gruppo Archeologico Scandiccese, prenotando all’indirizzo e-mail garcheoscandicci@alice.it


Print Friendly, PDF & Email
Partners