Archivi

CHIVASSO (To). Nave dell’antica Roma torna alla luce grazie al fiume Po in secca.

chivasso

La grande secca del Po ha portato alla luce i resti di una nave fluviale romana. Una famosa triremi “fluviensis”. La notizia diffusa dagli Amici del Po ha lasciato tutti increbilimente attoniti e stupiti e c’è già chi si immagina un futuro davvero storico e turistico per Chivasso. Il luogo del ritrovamento è situato al confine tra Verolengo, Chivasso e San Sebastiano.
chivassoChe si tratti di una nave romana è comunque certo. Pare risalente all’anno 100 d.C. A quei tempi, considerando l’assenza di vie di terra praticabili a causa dei folti boschi, se non addirittura foreste, con la necessità di trascinare dietro alla gente, sia militare che di commercio, i vettovagliamenti, nonchè i carri, e gli animali da traino, risultava molto più pratico spostarsi via fiume.
Non solo risultava più veloce ed economico ma anche meno rischioso, essendo foreste e boschi pieni di animali predatori che potevano assalire le carovane. Inoltre le strade nella boscaglia non si mantenevano tali a lungo, perchè finchè i romani non costruirono strade di basolato, la foresta si riguadagnava in breve il sentiero liberato dalla vegetazione e dalle rocce.
Secondo alcuni storici la scoperta della barca ricondurrebbe ad un famoso porto dell’antichità situato nei pressi di una Mansio (forse la Mansio Quadrata che si presume sia esistita a Verolengo).
Lo scopo di queste strutture era di garantire, al viaggiatore per servizio, un’adeguata ospitalità in una villa interamente dedicata al suo riposo. Le mansiones non erano destinate alla sosta delle legioni; queste erano in grado di provvedere autonomamente sia all’alloggio che al vettovagliamento: esse infatti, portavano con sé un intero convoglio di bagagli (impedimenta) e costruivano il proprio campo (castrum) ogni sera a lato della strada.
Per soddisfare le necessità della generalità dei viaggiatori nacquero e si diffusero altre forme di ospitalità di natura privata.

Fonte: giornalelavoce.it, 1 apr 2021

Segnala la tua notizia